Illustrazone Tonsille_piccolargb

CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA

Le tonsille palatine, le adenoidi e la tonsilla linguale sono organi appartenenti al sistema immunitario deputati alla produzione di anticorpi.
La massima attività tonsillare si ha dal 7° anno di età fino alla pubertà; oltre i 23 anni la tonsilla palatina perde quasi completamente la sua funzione immunologica di protezione, oltretutto compromessa dalle infiammazioni ricorrenti o croniche dell’orofaringe. Se le tonsille perdono le competenze di difesa la loro asportazione NON ha più controindicazioni di tipo immunologico (non si hanno modificazioni del sistema immunitario); al contrario persistere con la terapia antibiotica prolungata espone il bambino al rischio di antibiotico-resistenze difficili da trattare.

 

La patologia adenotonsillare comprende:

  • Adenotonsilliti Acute
  • Adenotonsilliti ricorrenti – croniche
  • Roncopatia
  • Otite media catarrale nel bambino
  • Neoplasie Maligne

ADENOTONSILLITI CRONICHE

ADENOTONSILLITE ACUTA

Origine (etiologia) batterica o virale, l’80% delle forme è VIRALE, quindi l’antibiotico non serve se non a scopo profilattico e provoca solo antibiotico-resistenze come i batteri beta lattamasi produttori.
Il batterio patogeno più comune è lo Streptococco Beta Emolitico di gruppo A con complicanze quali febbre reumatica e glomerulonefrite.

ADENOTONSILLITI CRONICHE

Il protrarsi della tonsillite acuta oltre le 4 settimane porta alla patologia tonsillare cronica, con
complicanze talora anche gravi quali l’ascesso peri-intratonsillare ed il flemmone tonsillare con pericolo di vita per il paziente se l’infezione si dissemina in circolo diventando sistemica.

Conseguenze meno gravi ma altrettanto fastidiose per il paziente sono:

“CASEUM” TONSILLARE e ALITOSI
Materiale di desquamazione e cibo accumulato nelle cripte tonsillari. Addirittura il caseum può evolvere in tonsilloliti (calcoli di caseum duro).
laminectomia-superficiale-laser

Laminectomia superficiale Laser

tecnica-di ablazione-plasma

Tecnica di ablazione al plasma

radio-frequenza-pulsata

Manipolo per ablazione al Plasma

NUOVE METODICHE CHIRURGICHE

Laminectomia tonsillare superficiale

L’intervento di laminectomia con tecnologia ablativa al Plasma o con Radiofrequenza pulsata, è una nuova metodica che ha fortemente ridotto il numero di tonsillectomie con chirurgia tradizionale.
L’intervento è ambulatoriale, non è necessario alcun ricovero, si esegue in anestesia locale per contatto, sotto costante controllo visivo o endoscopico. Il raggio al Plasma o la Radiofrequenza riduce progressivamente di dimensione le tonsille eliminandone la porzione più superficiale, che è quella che reagisce alle infezioni e che è maggiormente responsabile della sintomatologia dolorosa. Non vi è sanguinamento nè dolore dopo l’intervento.
Si eseguono in media 3 applicazioni (con 20/30 gg. di intervallo).
In più, nel caso di tonsilla criptica, con predisposizione alla formazione di Tonsilloliti, questa tecnica ci consente di “appianare” la superficie tonsillare evitando in futuro l’accumulo di residuo alimentare e le relative conseguenze.
Con questa tecnica, nei casi idonei, può essere evitato l’intervento chirurgico classico. Secondo M.Jakobowicz (Parigi), nel 70 % dei casi idonei trattati, la terapia laser consente di guarire le tonsilliti recidivanti non focali.

Tonsillectomia per dissezione in sospensione Laser assistita

La tecnica è del tutto analoga a quella descritta in precedenza con l’unica, ma sostanziale, differenza che nell’intervento di asportazione delle tonsille si usa il Laser anzichè il bisturi. La tecnica sembra essere vantaggiosa poiché si riducono l’incidenza di fenomeni emorragici post-operatori e la dolorabilità.
LaminectpreLaminectPost

Intervento di Laminectomia al Plasma